Musei d'Israele

Bible Lands Museum

Il Museo dei territori della Bibbia, (denominazione ufficiale in inglese Bible Lands Museum Jerusalem) è un museo etnografico situato a Gerusalemme, Israele, che esplora la cultura dei popoli citati nella Bibbia, fra cui gli Egizi, i Cananei, Filistei, Aramei, Ittiti, Elamiti, Fenici e Persiani.Lo scopo del museo è quello di indicare al visitatore l'interazione socioculturale di questi popoli. L'edificio che ospita il museo si trova nel braccio della Museum di Givat Ram, tra il Museo di Israele, il Campus Nazionale per l'Archeologia di Israele, e il Museo della Scienza Bloomfield.

Israel Museum

L'Israel Museum di Gerusalemme fu fondato nel 1965 quale museo nazionale di Israele situato vicino a Bible Lands Museum, Il Campus Nazionale per l'Archeologia di Israele.Il museo è composto di numerose sezioni:la collezione di arte moderna Bezalel Museum of Fine Arts;una vasta collezione di oggetti ebraici ed etnografici, un'esposizione di oggetti provenienti dalla diaspora delle comunità ebraiche;una galleria di opere d'arte;una serie di esposizioni sull'evoluzione del territorio di Israele;una galleria di opere provenienti da Africa, Nord e Sud America, Oceania ed estremo oriente;un'ala dedicata all'archeologia in cui sono esposti artefatti dalla preistoria al XV secolo;un'esposizione di sculture a cielo aperto con più di 60 opere;lo Shrine of the Book, una sala in cui sono esposti i famosi Rotoli del Mar Morto ed altri rari manoscriti bblici;un'ala dedicata ai più giovani con gallerie e workshop;
Una delle aggiunte più recenti al museo è un modello del secondo Tempio di Gerusalemme e della città all'epoca antecendente la sua distruzione ad opera dei romani nel 66 d.C. Costruito originariamente per il Jerusalem Holyland Hotel, oggi è una delle attrattive del museo.
Nella sezione museale dedicata alle varie comunità ebraiche del mondo sono esposti numerosi oggetti provenienti anche dall'Italia. In particolar modo è stata ricostruita pezzo per pezzo una delle sinagoghe di Mantova che vennero abbattute nel 1938 quando la municipalità decise di demolire il ghetto.

Yad Vashem

Il museo Yad Vashem o Museo dell'Olocausto (Ebraico: יד ושם) è il memoriale ufficiale di Israele delle vittime ebree dell'olocausto fondato nel 1953 grazie alla Legge del memoriale approvata dalla Knesset, il parlamento Israeliano.
Il nome del museo, che significa "un memoriale e un nome", viene dal libro di Isaia 56:5, dove Dio dice, "concederò nella mia casa e dentro le mie mura un memoriale e un nome ... darò loro un nome eterno che non sarà mai cancellato".Il museo è composto da una sala memoriale, un museo storico, una galleria d'arte, una Sala dei Nomi, un archivio, "la valle delle comunità perdute" ed un centro educativo. Presso il museo esiste un Giardino dei Giusti, dove vengono onorati i Giusti tra le nazioni che, spesso a rischio della propria vita, salvarono degli ebrei dallo sterminio.Un piccolo giardino ed una targa sul pavimento del museo, inoltre, sono dedicati ai cittadini di Le Chambon-sur-Lignon, località della Francia, che durante la Seconda guerra mondiale resero la propria cittadina un rifugio per gli ebrei in fuga dal Nazismo.

Museo d'arte di Tel Aviv

Il museo d'arte di Tel Aviv è un museo d'arte situato a Tel Aviv ed è stato fondato nel 1932: al suo interno ospita una collezione d'arte classica e contemporanea, oltre a pezzi di cultura israeliana.
Il museo è stato fondato nel 1932 ed originalmente ospitato all'interno della casa di Meir Dizengoff, sindaco di Tel Aviv: successivamente, nel 1959, è stato trasferito in una sala dedicata ad Helena Rubinstein e nel 1971 definitivamente spostato all'interno della sede attuale; nel 1999 l'edificio ha subito dei lavori di ampliamento che hanno portato alla costruzione di una nuova ala e alla sistemazione del giardino.La collezione del museo comprende opere dei più grandi artisti del XX secolo, in particolar modo quelli che si rifanno alle correnti del fauvismo, espressionismo, cubismo, futurismo, costruttivismo, surrealismo e impressionismo della scuola di Parigi: tra gli artisti esposti figurano Chaïm Soutine, Gustav Klimt, Vasilij Vasil'evič Kandinskij, Joan Miró e Pablo Picasso, in particolar modo con opere risalenti al periodo blu e alla sua ultima fase. Nel 1950 il museo si è arricchito della colazione Peggy Guggenhiem, che raccoglie 36 opere di artisti astratti e surrealisti come Jackson Pollock, William Baziotes, Richard Pousette-Dart, Yves Tanguy, Roberto Matta e André Masson. Nel 1989 Roy Lichtenstein ha donato al museo un pannello murale esposto nell'atrio d'ingresso, mentre, nel 2011, un nuovo spazio espositivo di circa 19.000 metri quadrati, accoglie una sezione dedicata alla fotografie. Oltre alla collezione permanente, il museo ospita anche diverse mostre temporanee e nel giardino sono ospitate diverse sculture.

Artista storico d'Israele

Moshe Castel ( 1909 a Gerusalemme -  12 Dicembre 1991 a Tel Aviv, Israele ) è stato un israeliano pittore.
Moshe Elazar Castel nato a Gerusalemme, Palestina Ottomana, nel 1909, al rabbino Yehuda Castel e sua moglie Rachel. La famiglia discendeva da ebrei spagnoli di Castiglia , emigrato alla Terra Santa, dopo l' espulsione di ebrei dalla Spagna nel 1492. Suo padre è nato a Hebron . Ha aperto scuole religiose per sefardita ragazzi nella Shiv'a Nahalat e Bukharim quartieri di Gerusalemme. Moshe è cresciuto nel quartiere Bukharim, dove ha frequentato la scuola di suo padre. All'età di 13 anni è stato accettato alla Scuola d'Arte Bezalel , diretta da Boris Schatz , dove ha studiato 1921-1925. Il suo insegnante, Shmuel Ben-David, lo incoraggiò a studiare arte a Parigi .Castel viaggiato a Parigi nel 1927, dove ha frequentato Academie Julien e Ecole du Louvre . Si sedette al Louvre copiare le opere di Rembrandt , Velasquez , Delacroix e Courbet , incuriositi dalla loro vernice-stratificazione tecniche. E 'qui che ha iniziato a rendersi conto che "l'arte non è simbolico, ma piuttosto materiale, il materiale è la cosa principale, il modo in cui viene collocato il colore, il modo in cui sono collocati gli strati sulla foto, questa è la cosa più essenziale. " Nel mese di maggio 1927, l'Unione Mondiale della Gioventù a Parigi ebraico sponsorizzato la sua prima mostra. Ze'ev Jabotinsky , che era a Parigi, al momento, ha scritto un'introduzione per il catalogo. Nel 1940, Castel ritorno in Palestina e si stabilì a Safed . Nel 1949, Castel sposato Bila (nata Bauman), un'attrice.
Nel 1947, Castel contribuito a fondare i "Nuovi Orizzonti" ( Ofakim Hadashim ) del gruppo insieme a Yosef Zaritsky , Yehezkel Streichman , Marcel Janco e altri. Nel 1959, ha acquistato uno studio a Montparnasse , dove ha lavorato per diversi mesi all'anno. Nel 1955, una mostra personale delle sue opere è stato montato presso il Tel Aviv Museum of Art . I suoi murales appendere nella Knesset , Binyanei HaUma Convention Center, Rockefeller Center a New York, e la residenza ufficiale del Presidente di Israele a Gerusalemme. 

Negli anni 1930 e 1940, molti dei dipinti di Castel di raffigurata la vita degli ebrei sefarditi in Terra Santa, che rivela l'influenza delle miniature persiane.  Dal 1950 in poi, Castel creato dipinti rilievo ispirati ai "predecessori antichi della civiltà ebraica. " Nel 1948, ha visitato le rovine di un'antica sinagoga in Korazin , antica città ebraica in Galilea .  Ispirato ai blocchi di basalto che vedeva lì, incise con immagini e ornamenti, ha iniziato ad utilizzare basalto terra, che ha plasmato in forme, come il suo materiale di base. La tecnica utilizzata roccia basaltica suolo mescolato con sabbia e colla, infuso con i colori ricchi che sono diventati il suo marchio di fabbrica. I lavori sono stati abbelliti con forme arcaiche derivate dall'antica script, simbolismo e segni mitologici dall'ebraico e sumera cultura. In qualità di membro del gruppo di Nuovi Orizzonti, ha unito elementi di arte europea con motivi orientali e " arte cananea ". 
Nel 1941 e di nuovo nel 1946, Castel è stato assegnato il Premio Dizengoff per la pittura da parte di Tel Aviv Comune. Ha vinto il "Premier do Estado" premio alla Biennale d'arte di San Paolo in Brasile.Il Moshe Castel Museum of Art, in un edificio progettato da architetto israeliano David Resnik che domina il paesaggio del deserto, aperto a Ma'aleh Adumim nel 2010. 

Moshe Castel  pasto sull'erba 1930  Olio su tela
Moshe Castel pasto sull'erba 1930 Olio su tela